lunedì 24 novembre 2008

COME COSTRUIRE LE PORTE DEL PRESEPE

Costruire le porte del presepe è una delle cose più semplici da fare. Si può usare sia il legno d'ebano per modellismo per farle il più precise possibili, che il legno delle cassette della frutta per le porte più antichizzate. Nel caso della mia descrizzione userò il legno delle cassette , perchè di facile reperimento e soprattutto non costoso.








cominciamo a tagliare una parte dei listelli delle cassette, meglio quelle laterali perchè più spesse
dopo di che cominciamo a tagliare dei listelli più o meno di 4 mm ( dipende dalle proporzioni della porta) con un taglierino e magari un righello o qualcosa che lo ricorda


una volta avuti i listelli cominciamo a costruire il telaio della porta , stando attenti alle dimensioni . Io consiglio sempre di attaccare direttamente allo spazio della porta i listelli tagliati a misura, in modo da non aspettare tanto tempo l'indurimento della colla.

tenete ben in mente il tipo di porta da costruire e le reali dimensioni , in modo da non uscire fuori scala
una volta finito il telaio e i montanti delle porte , andiamo a tagliare un listello di 3 o 4 cm per fare la parte inferiore chiusa della porta incollando il listello nella parte posteriore della porta, in basso




nella foto sopra ho aggiunto anche i vetri , che in pratica sono la parte trasparente delle custodie per CD.

ora aggiungiamo trasversalmente ai montanti delle porte dei listelli in alto e in basso dello zoccolo chiuso.

finita l'operazione possiamo passare alla pittura , o continuare a costruire le parti in rilievo dello zoccolo , usando sempre dei pezzi di legno più piccoli e soprattutto privati degli angoli vivi



LA PITTURA:

per pitturare le porte bastano dei semplici colori a olio oppure dei mordenti per legno , per avere un effetto più invecchiato.

nel caso dei colori a olio c'è bisogno di due mani , sempre una più chiara sotto a finire con una più scura sopra. L'effetto più ricercato per i presepisti , sono le porte verdi che si usavano negli anni 50/60, perchè sono sia di un effetto realistico, sia una novità.

basta dare la prima mano con un giallo forte, e successivamente all'asciugatura il verdone. quando è asciutto anche il verdone , si passa a raschiare con una spazzola d'acciaio o carta vetra , in modo da rappresentare l'usura della vernice.



visita il nostro nuovo blog  presepiingesso.blogspot.it

domenica 23 novembre 2008

ALCUNE FOTO DEL PRESEPE IN GESSO DI QUEST'ANNO A META' DELL'OPERA






























SPERO CHE POSSANO SERVIRE DA SPUNTO PER QUALCHE AMANTE PRESEPISTA



visita il nuovo blog presepi in gesso